Questi due elenchi sono il cuore del nostro lavoro di monitoraggio dei beni confiscati:

Contengono le pratiche di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie che, dal nord al sud dell'Italia, abbiamo mappato e censito. 
Dunque, sono due elenchi che raccontano di speranza, di cambiamento, di riscatto. Storie importanti che occorre conoscere e far conoscere. Ecco perché ci stiamo impegnando per raccogliere, su queste esperienze, quante più informazioni possibili. 
Per tante ci siamo riusciti, e sono quelle dell'elenco che abbiamo chiamato delle "pratiche monitorate". Si tratta di un elenco più ricco di dati, notizie, dettagli, che comunque possiamo ulteriormente arricchire. 
Ma per tante altre esperienze sono ancora poche e certamente non sufficienti le informazioni che siamo riusciti a mettere insieme. Su queste, in particolare, vi chiediamo una mano. L'elenco con le "pratiche non ancora monitorate" può essere arricchito facilmente grazie al vostro lavoro. 
Se siete i gestori di una di queste esperienze di riutilizzo, potete chiedere di registrarvi al nostro portale e, cliccando sul tasto "modifica" che comparirà accanto all'esperienza individuata una volta eseguito il login, inserire le notizie e i dati di cui disponete. 
Se siete cittadini monitoranti, il vostro contributo può essere ugualmente prezioso. Accedendo a "Partecipa" potrete condividere con la comunità di CB2.0 tutti i dati e le notizie in vostro possesso. In questo modo ci aiuterete a rendere sempre più alto il numero delle pratiche riutilizzate già monitorate. 
Grazie per il vostro aiuto

Sotto dei dati di riepilogo frutto di un'azione di monitoraggio civico e mappatura partecipata realizzata dalla rete territoriale e associativa di Libera.