Libera è partner di OSCE, Organizzazione internazionale per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, nel progetto “Strengthening the fight against transnational organized crime in South-Eastern Europe through improved regional co-operation in asset seizure, confiscation, management and re-use” volto alla cooperazione regionale sul riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Il progetto è focalizzato su cinque paesi dell’area balcanica - Albania, Bosnia-Erzegovina, Repubblica di Nord Macedonia, Montenegro e Serbia - e coinvolge diversi partners internazionali. L’obiettivo del progetto è incentivare e migliorare le pratiche di sequestro, confisca e gestione dei beni confiscati attraverso maggiore cooperazione regionale e lo scambio di buone pratiche. Il progetto adotta un approccio integrale, fornendo supporto all'intero ciclo del recupero dei beni criminali, dividendo l’attività in tre aree di intervento: (1) indagini, sequestro e confisca dei beni; (2) gestione dei beni; (3) riutilizzo dei beni.  

Il ruolo di Libera

In particolare, Libera è partner esecutivo di OSCE nel raggiungimento del terzo obiettivo: promuovere il riutilizzo sociale dei beni confiscati a livello nazionale e regionale attraverso la partecipazione delle organizzazioni della società civile locali quale strumento di prevenzione e contrasto alla criminalità organizzata. A questo scopo, Libera ha coordinato l’organizzazione di tre workshop formativi rivolti alle associazioni, ai gestori dei beni  confiscati e alle Agenzie Nazionali che gestiscono i beni confiscati nei cinque paesi balcanici coinvolti nel progetto. Il primo training si è svolto il 28 e il 29 Aprile 2021 e ha avuto come protagonisti le associazioni e gli enti gestori albanesi; il secondo training, rivolto alle organizzazioni società civile del Nord Macedonia, si è svolto il 17 e il 18 Maggio 2021; il terzo training si è tenuto l’8 ed il 9 Giugno 2021 con la partecipazione di tutti i 5 paesi coinvolgendo le Agenzie Nazionali, le organizzazioni della società civile e gli enti gestori. Attività del progetto

Le attività che coinvolgono direttamente Libera sono:

-organizzazione di 3 workshop formativi per la promozione del riutilizzo sociale dei beni confiscati;

-partecipazione come formatore nei training regionali organizzati da OSCE;

-disseminazione dei risultati del progetto attraverso la promozione di materiali rivoti alle organizzazioni della società civile.

Qui per maggiori informazioni:

Descrizione del progetto

I primi due workshop “Social re-use of confiscated assets focus of OSCE training courses for civil society organizations in Albania and North Macedonia”

Il terzo workshop “Regional workshop on social re-use of confiscated assets in South-Eastern Europe”